.::Scout Forum::.
22 Ottobre, 2014, 23:38:19 *
Benvenuto, Visitatore. Per favore, effettua il login o registrati.
Hai perso la tua email di attivazione?

Login con username, password e lunghezza della sessione
 
   Home   Help Ricerca Calendario Utenti Lista staff Login Registrati  
Pagine: 1 2 3 [4] 5   Vai Giù
  Stampa  
Condividi questo topic su FacebookCondividi questo topic su MySpaceCondividi questo topic su TwitterCondividi questo topic su GoogleCondividi questo topic su Yahoo
Autore Topic: Scout, vegetariano ....  (Letto 59459 volte)
0 Utenti e 3 Visitatori stanno guardando questo topic.
Marmotta Decisa
*
Sesso: Maschile
Aggiornare
Regione: Veneto
Gruppo: Conegliano 1
Posts: 667


Guarda Profilo
« Risposta #60 il: 05 Ottobre, 2011, 16:16:40 »
RispostaRisposta

Per quanto riguarda tuo nonno stai facendo il discorso che fanno tanti fumatori "Io fumo perchè mi dovrebbe venire qualcosa? Zio Giovanni è campato per 90 anni!" Così si pensa a Zio Giovanni, e non si pensa invece ai milioni di persone che si sono ammalate ^^
No, è solo che poco sopra scrivevi questo:

"No, se un cibo non è adatto alla specie fa male, usato con moderazione o no. La carne ha fatto più morti di tutte le guerre mai esistite."

M'immagino gli attribuissi chissà quali proprietà mortali... ma se si va dal diabete ai bruciori di stomaco, in mezzo c'è tutta una gamma di effetti intermedi, anche di poco conto.

Certo che riuscirebbe a vivere sano e forte e perchè non dovrebbe?
Perché tu lo sai benissimo che se escludi carne e latte dalla dieta, allora devi compensare, ma una ragazzina di 14 anni forse no, e mi sembra normale preoccuparsi che riesca a bilanciare la sua dieta.

Quindi forse il tuo conoscente lavora sulla cosmetica.
Credo di non aver capito bene il ragionamento... ma penso di poter escludere che si tratti di cosmetica, comunque proverò ad indagare.
Loggato

The Jungle is full of words that sound like one thing, but mean another
Arichan
*
Sesso: Femminile
Età: 26
Aggiornare
Regione: lazio
Posts: 144



Guarda Profilo
« Risposta #61 il: 05 Ottobre, 2011, 17:17:05 »
RispostaRisposta

No, è solo che poco sopra scrivevi questo:

"No, se un cibo non è adatto alla specie fa male, usato con moderazione o no. La carne ha fatto più morti di tutte le guerre mai esistite."

M'immagino gli attribuissi chissà quali proprietà mortali... ma se si va dal diabete ai bruciori di stomaco, in mezzo c'è tutta una gamma di effetti intermedi, anche di poco conto.

La carne può portare al cancro non mi sembra poco! Più a tutte altre patologie più o meno gravi che cmq abbassano la qualità di vita... ma cmq è spiegato davvero bene e dettagliatamente in quel documentario che ti ho citato.

Perché tu lo sai benissimo che se escludi carne e latte dalla dieta, allora devi compensare, ma una ragazzina di 14 anni forse no, e mi sembra normale preoccuparsi che riesca a bilanciare la sua dieta.

Non deve mica restare sola smile Ci sono i genitori, gli educatori, che in caso penseranno a rendergli aiuto per affrontare questa scelta nel modo più sano e sereno possibile! Basta essere informati in modo adeguato.

Credo di non aver capito bene il ragionamento... ma penso di poter escludere che si tratti di cosmetica, comunque proverò ad indagare.

In Italia un farmaco per essere messo in commercio deve passare per legge attraverso la sperimentazione animale. In ambito cosmetico è diffusissima la sperimentazione animale (sperimentano saponi, trucchi, creme etc) ma non è obbligatoria per legge. Effettivamente però non so come sia la legislazione in Francia in questo senso...mi informerò...
Loggato

"Siamo ciò che pensiamo, tutto ciò che siamo è prodotto dalla nostra mente, ogni parola o azione che nasce da un pensiero limpido è seguita dalla gioia, come la tua ombra ti segue, inseparabile. "Mi ha insultato, mi ha aggredito, mi ha ingannato, mi ha derubato". Se coltivi questi pensieri vivi immerso nell'odio, abbandonando questi pensieri, ti liberi dell'odio. In questo mondo l'odio non può porre fine all'odio. Solo l'amore è capace di estinguere l'odio."
Dhammapada - Gautama Buddha

Quella che chiamiamo eufemisticamente "carne" sono in verità pezzi di cadaveri, di animali morti, morti ammazzati. Perché fare del proprio stomaco un cimitero?
- Tiziano Terzani, "Un altro giro di giostra", Longanesi 2004
Daino Generoso
*
Sesso: Maschile
Aggiornare
Regione: Toscana
Gruppo: Grosseto 1 "Ildebrando da Soana"
Posts: 2303


Cerco l'Uomo!


Guarda Profilo WWW Email
« Risposta #62 il: 11 Ottobre, 2011, 13:02:59 »
RispostaRisposta

 admin2

Per non confondere gli argomenti, il thread riguardo il cristianesimo e la dieta dei Santi continua qui--> L'essere cristiani e vegetariani.

 admin2

Buon volo, buona caccia, buona strada!
Loggato

...scorgendo servi intenti a trasportare suppellettili lussuose, Diogene chiese chi ne fosse il proprietario. “Anassimene”, risposero.
Non si vergogna” replicò “di possedere tante cose e di non possedere sé stesso?"...
Marmotta Decisa
*
Sesso: Maschile
Aggiornare
Regione: Veneto
Gruppo: Conegliano 1
Posts: 667


Guarda Profilo
« Risposta #63 il: 11 Ottobre, 2011, 13:19:06 »
RispostaRisposta

Questi erano rimasti dall'altra parte dopo la scissione, li riporto di qua:



Adesso cambio completamente tema. Torniamo un attimo sui dati scientifici, perché mi par strano che solo nei siti "platealmente" a favore della dieta vegetariana/vegana vi sia un tale ottimismo sull'autosufficienza nutrizionale di tali diete.

Riporto due link che non fanno riferimento a persone/associazioni non espressamente a favore della dieta vegana, ma neppure vi si schierano contro, quindi non dovrebbero avere nessun interesse a mentire.

Dieta vegetariana, istruzioni per l’uso (Il link al sito l'ho trovato sul sito della S.I.S.A. - Società Italiana di Scienza dell'Alimentazione)

IL VEGETARIANISMO E LE FALSE DIETE NELLA PRATICA SPORTIVA (Migliaccio è il presidente della S.I.S.A.)

Entrambi i siti citano il problema della vitamina B12, Migliaccio si pone anche qualche problema in più per i vegani che svolgono attività fisica, dicendo, ad esempio, che tanto più aumentano le calorie consumate per l'atleta tanto più diventa problematica una dieta equilibrata senza cibi di provenienza animale.
Tu scrivevi che il problema B12 si risolverebbe mangiando vegetali crudi, però questa informazione è confermata da fonti "indipendenti"? Se si, e se hai già postato il link... allora ok, basta che me lo dici che torno a guardare indietro...



Ho letto i due articoli.

Allora, per quanto riguarda le proteine siamo alle solite. Ci sono da dire due cose:

a)l'apporto proteico corretto per l'uomo è assai minore di 1 gr di proteina per kg di peso (come sostenuto in uno dei due link), questo, come già spiegato, per il discorso dell'acidifazione del sangue (dopo 30-40 gr di proteine, il sangue acidifica a causa degli amminoacidi solforati derivanti dalle proteine animali che NON vanno a formare tessuti e/o molecole biologiche MA rimangono in surplus.)

b) Discorso degli amminoacidi essenziali.

Gli amminoacidi essenziali NON sono sintetizzati dagli animali. Sono sintetizzati dai vegetali. Gli erbivori li prendo mangiando vegetali e i carnivori/onnivori li prendono in maniera indiretta attraverso la carne di un erbivoro.

E infatti i carnivori si nutrono praticamente solo di erbivori e non di carnivori. Quindi le proteine di origine animale, (prodotte, cioè, dall'organismo animale) sono il risultato di una sintesi strettamente condizionata da quella vegetale perchè è dal regno vegetale che viene assunta la quota degli aminoacidi "essenziali", già pronti.

L'importante è mangiare verdura cruda per quanto possibile, perchè con la cottura perde gran parte del suo valore biologico (con la cottura si perde il 100% della fibra, il 50% di proteine e tra il 60 e 70% di vitamine e sali minerali).

Prof. Antonio Carnevale, dell'Università di Napoli: "Purtroppo l'uomo, specie nei paesi industrializzati ad alto livello socio-economico, continua a dimostrare chiara tendenza al consumo di alimenti carnei, nella convinzione che siano costituiti da "proteine nobili", falsa credenza che trova la sua origine, oltre che nei pregiudizi, nella disinformazione scientifica. A tal riguardo, va sottolineato che non l'opinabile, ma l'oggettivo dovrebbe costituire quel patrimonio culturale scientifico che consente di nutrirsi consapevolmente, tutelando la propria salute, alla luce della ragione e dei riemergenti nostri istinti alimentari".

D'altra parte SE davvero la dieta vegetariana o vegana fosse così rischiosa da questo punto di vista, non si spiegherebbe l'ottima salute di milioni di vegetariani e vegani in Italia (sono 5 milioni circa) e nel mondo.

Io stessa non mi metto a fare calcoli e tabelle per stare a vedere se ho fatto la giusta combinazione etc. Mi baso semplicemente su una dieta varia che comprende tutta la frutta e la verdura, e non ho carenze proteiche. Assolutamente.

Se volete approfondire di più questo aspetto sugli amminoacidi essenziali: http://lafruttacheparadiso.blogspot.com/2011/07/il-mito-degli-aminoacidi-essenziali.html



Per quanto riguarda le calorie c'è da dire una cosa. Per verificare quanto è calorico un alimento, si va in laboratorio, e si calcola quanta energia è sprigionata, da qui si deduce sono sprigionate 100 Kcal? Questo alimento vale 100 Kcal.

In realtà è un calcolo molto fittizio in quanto le condizioni di laboratorio NON sono le condizioni del corpo umano, e non è assolutamente dimostrabile che noi effettivamente utilizziamo 100 Kcal, magari di quell'alimento ne utilizziamo solo 50 Kcal, mentre di un alimento a cui è stato dato valore calorico 50 Kcal ne utilizziamo 40.

E' approssimativo, secondo me, parlare di calorie. Può essere indicativo in certe situazioni ma non più di tanto. Io ho un apporto calorico assai minore di quello di un onnivoro però sto bene, addirittura da onnivora ho sofferto spessissimo di cali di pressione (che di solito derivano da una mancanza di energia), questa estate, che ho passato la prima estate da veg NESSUN calo di pressione!!!!! Questo anche perchè l'importanza energetica non è data dal contenuto proteico ma dai glucidi. Evidentemente (sicuramente) la dieta onnivora mi appesantiva e toglieva energie tramite la digestione a cui era richiesto un forte (e innaturale) sforzo.


Questione vitamine. Con la dieta vegetariana si ha un corretto e completo apporto di vitamine (e infatti negli onnivori le carenze dipendono fondamentalmente dal basso consumo di frutta e verdura. Le vitamine più discusse sono la vitamina B12 e la vitamina D.
La vitamina D la produce il nostro organismo con l'esposizione alla luce solare e NON serve mangiare pesce.
Sulla vitamina B12 va fatto un discorso più lungo. Oltre a quello che già ho scritto aggiungo questo:

"...tra le tante controversie che circondano l'argomento ce n'è una: nonostante il fattore intrinseco sia prodotto nel nostro stomaco e che il nostro intestino sia noto per la produzione di B12, il batterio è prodotto troppo in basso nell'intestino terminale e non può essere assorbito dai nostri corpi. questa controversia è ancora tristemente in circolazione, ad ogni modo, secondo la Dott. ssa Vetrano, è stato smentita da ricerche oltre 20 anni fà e non è altro che un'obsoleta teoria scientifica. per cui nella versione del 1999 del "anatomia umana e fisiologia" di Marieb, si dichiara in modo inequivoco che noi assorbiamo vit B12 tramite le pareti intestinali." NB: Fa riferimento a un intestino PULITO. Gli onnivori non assumono praticamente nulla di ciò che viene prodotto dai propri batteri intestinali.

"Secondo la Dott Vetrano, i recenti testi di nutrizione negli USA hanno invece asserito che si trova B12 in ogni cibo contenente il complesso della vitamina B, ma precedentemente non si era in grado di stabilirne le quantità. ora sì, con le moderne tecnologie. l'autrice non crede affatto che la carenza di B12 sia più diffusa tra i vegan e vegetariani, questo è probabilmente un'altra menzogna delle industrie! infatti tanti cosiddetti studi "sulle carenze dei vegan" devono essere attentamente posti sotto esame in realtà, molti non provano affatto che i vegani ne siano carenti. al contrario di ciò che la propaganda dell'industria della carne e derivati asserisce,sono invece i carnivori noti per essere carenti di B12, e questo è stato dimostrato dal 1959! ("Fit for life", Diamond,H. e M.,1987)"

tratto da  http://libaware.economads.com/b12issue.php

che purtroppo è in inglese, ho tradotto alcune parti.

In italiano potete leggere questo:

http://valdovaccaro.blogspot.com/2010/02/una-madre-non-solo-vegana-ma.html

e

http://valdovaccaro.blogspot.com/2010/04/insabbiamento-martellamento-fuoco.html

Concludo prendendo spunto da altre due cose che ho letto sui link.

"Inoltre il medico sportivo-nutrizionista deve stare attento perché l'adozione di una dieta vegetariana, specialmente nelle giovani donne adolescenti, può essere un segno incipiente di un disturbo del comportamento alimentare (anoressia mascherata) o portare successivamente a disturbi comportamentali nei riguardi del cibo. "

Non capisco perchè si debba fare di frequente questo accostamento errato e fuorviante solo per screditare la dieta veg. La dieta vegetariana non è accostabile minimamente all'anoressia. Proprio non c'entra NULLA agli antipodi. La dieta veg è BENESSERE!

e poi ultima obiezione a ciò che ho trovato scritto nel link

"Alterazioni ormonali
Una dieta vegetariana può contribuire ad un cambiamento dello stato ormonale. Donne vegetariane, a seguito dell'alto apporto in fibra, hanno un'abbondante defecazione e perdono così una quantità di estrogeni due-tre volte maggiore rispetto alle donne onnivore. Il ridotto apporto di grasso, la bassa percentuale di grasso corporeo, il basso apporto di proteine e di triptofano ed infine l'alto apporto in fibra, che sono comuni nelle donne vegetariane, causano una riduzione dei livelli di prolattina e possono alterare il ciclo mestruale. Nelle atlete vegetariane vi è anche un'alta incidenza di amenorrea rispetto alle atlete onnivore, indice di una alterazione endocrinologica da non trascurare in quanto si associa ad una diminuzione del contenuto minerale osseo della spina lombare, ad una maggior prevalenza di scoliosi fra le adolescenti e ad una maggior incidenza di fratture da stress. Anche in donne sedentarie l'adozione di una dieta vegetariana ha mostrato alterazioni del ciclo."

Questo è VERAMENTE assurdissimo!
La mestruazione per le donne è anche uno "sfogo" con il quale il corpo butta via sostanze nocive e cerca di "disintossicarsi". Un pò come il Raffreddore.
Infatti quando una donna ha il ciclo oltre ad espellere l'ovulo non fecondato, sangue, muco tessuti etc porta con sè ogni tossina e materiale di scarto dell'organismo stesso,cosa questa che rende la donna FISIOLOGICAMENTE più vitale dell'uomo perchè ben protetta da quella natura che la vuole tale per proteggere e sviluppare in grembo un'essere e dar vita a nuova vita e dimostrando ciò con la sua maggiore longevità (scientifica) di oltre dieci anni rispetto all'uomo.

Ogni mia amica e conoscenza vegana e "addirittura" fruttariana ben può affermare con la vita stessa dei loro bambini tale realtà,ed ogni testo d'igienismo e salutismo ben può rassicurare pur anche il più scettico dei dubbiosi,basta rifarsi ai testi del dott.Shilton,Tilden,Grahm,Jennings etc o ail ns contemporaneo dott.Valdo Vaccaro,tanto per citarne qualcuno).

Un conto quindi è avere il ciclo alterato dalle tossine presenti nel nostro corpo date da l'errata alimentazione errato stile di vita che porta abbondante perdita di sangue e dolore. Un conto è avere un giusto ciclo mestruale con pochissime perdite e assenza di dolore.

Non facciamo delle emorragie e del dolore la normalità perchè NON è così. QUALSIASI mammifero esistente su questa terra ha un ciclo irrisorio (poche gocce di sangue) e NON ha dolore!!!!!

Qui c'è tutta la motivazione scientifica:

http://www.disinformazione.it/mestruazioni.htm

NB: L'articolo si intitola "Le mestruazioni sono comuni: ma sono necessarie? " Facendo riferimento al "mestruo" ovvero a quel processo di detossificazione, innaturale a cui ho fatto riferimento. Poi c'è il ciclo naturale che prevede poche perdite e assenza di dolore. L'articolo quindi, non vuole dimostrare l'assenza del ciclo naturale che porta alla fecondazione, bensì fa riferimento all'errato pensiero di valutare il "mestruo" giusto, indispensabile e indice di salute.

Loggato

The Jungle is full of words that sound like one thing, but mean another
Daino Generoso
*
Sesso: Maschile
Aggiornare
Regione: Toscana
Gruppo: Grosseto 1 "Ildebrando da Soana"
Posts: 2303


Cerco l'Uomo!


Guarda Profilo WWW Email
« Risposta #64 il: 11 Ottobre, 2011, 13:48:04 »
RispostaRisposta

Questi erano rimasti dall'altra parte dopo la scissione, li riporto di qua:
...
Grazie Marmotta inky
Loggato

...scorgendo servi intenti a trasportare suppellettili lussuose, Diogene chiese chi ne fosse il proprietario. “Anassimene”, risposero.
Non si vergogna” replicò “di possedere tante cose e di non possedere sé stesso?"...
Sc.Gi.
Founder

*
Sesso: Maschile
Età: 24
Aggiornare
Regione: Toscana
Gruppo: Grosseto 1°
Posts: 891


What are you looking at? The post is there ------>

Chiedetela per MP
Guarda Profilo WWW Email
« Risposta #65 il: 13 Ottobre, 2011, 22:00:12 »
RispostaRisposta

I'll just leave this one here...

Traduzione:

Prima Vignetta
"Sono Vegetariano perchè non approvo l'idea di uccidere creature dotate di una volontà per semplice fame."

Seconda Vignetta
"Ma per coltivare le piante si finisce con l'uccidere anche non volendo tantissimi animaletti. Invece l'allevamento uccide una quantità significativamente minore di animali più grandi."

Terza Vignetta
"Presumo che alla fine l'approccio da seguire sia 'In quale processo vengono distrutti meno neuroni' (In quanto se si prova dolore e sensazioni la cosa è dovuta a quelli)."

Quarta Vignetta
"Ma possiamo davvero definire tutti i neruoni 'uguali'? Se vengono distrutti un milione di neuroni di insetti non sembra grave come un milione di neuroni di scimmia, che sono più intelligenti."

Quinta Vignetta
"Dunque, vediamo... quel che cerchiamo è il miglior rapporto carne-coscienza, così da tener conto del numero di neuroni distrutti in base anche alla complessità del sistema in cui si trovano: perciò la cosa migliore, se non c'è altra scelta, è l'eliminazione di animali grandi, possibilmente grassocci e con scarsa materia cerebrale, quindi stupidi..."

Sesta Vignetta
Ciò che vogliamo è...
Ciò che vogliamo è...
...Oh no...

Settima Vignetta
*L'Eticità nell'Uccidere un Animale è Direttamente Proporzionale alla Carineria dell'Animale in Questione* (Panda; Cucciolo di Foca; Koala Grassottello)


--------------------------

Questo è un post umoristico. Il suo intento è far ridere. Non pretende, e non vuole, dettare una verità. Chi si ritiene offeso dai suoi contenuti (valutati dal PEGI -Pan European Game Information- adatti dai 6 anni in su) è da considerarsi privo di senso dell'umorismo poiché se la prende troppo. L'utente Sc.Gi. non si prende alcuna responsabilità per le conseguenze di questo post.
Loggato

What are you looking at? The post is right above.


----------------------

VENITE IN NON SOLO SCOUT! NON SOLO SCOUT E' BELLO!
Falco Impetuoso
*
Sesso: Femminile
Età: 30
Aggiornare
Regione: Veneto
Gruppo: Vicenza 3 Maddalene
Posts: 2319


+ baccalà - guerra


Guarda Profilo WWW Email
« Risposta #66 il: 14 Ottobre, 2011, 08:08:22 »
RispostaRisposta

sc gi dice che i panda e i koala sono carinosi cicciottosi  dolceee
(come i nostri admnin!)
Loggato

LA MIA NATURA E' FUOCO!
(Santa Caterina da Siena)
Marmotta Decisa
*
Sesso: Maschile
Aggiornare
Regione: Veneto
Gruppo: Conegliano 1
Posts: 667


Guarda Profilo
« Risposta #67 il: 14 Ottobre, 2011, 08:56:44 »
RispostaRisposta

Citazione
Seconda Vignetta
"Ma per coltivare le piante si finisce con l'uccidere anche non volendo tantissimi animaletti. Invece l'allevamento uccide una quantità significativamente minore di animali più grandi."
Questa è falsa...
Loggato

The Jungle is full of words that sound like one thing, but mean another
Albatro
*
Sesso: Femminile
Età: 25
Aggiornare
Regione: Veneto
Gruppo: Maddalene VI3
Posts: 488



Guarda Profilo Email
« Risposta #68 il: 14 Ottobre, 2011, 09:51:32 »
RispostaRisposta

A me è piaciuta roftl clap2 Si capisce che è decisamente umoristica, lo schemino poi è simpaticissimo! ok1
Loggato


Marmotta Decisa
*
Sesso: Maschile
Aggiornare
Regione: Veneto
Gruppo: Conegliano 1
Posts: 667


Guarda Profilo
« Risposta #69 il: 14 Ottobre, 2011, 11:11:16 »
RispostaRisposta

A me è piaciuta roftl clap2 Si capisce che è decisamente umoristica, lo schemino poi è simpaticissimo! ok1
Bah, a me pare più una presa in giro, considerando il modo in cui Arichan tiene a questi argomenti, non dovrebbe prenderla in modo tanto diverso da come tu prenderesti questa:

(clicca per vederlo/nasconderlo)

Attenzione: l'ho messa sotto spoiler perché credo che tale immagine possa essere indigesta, e se vi è già capitato di sentir paragonare Gesù a uno zombie, allora lasciate pur perdere che non vi perdete nulla.
Loggato

The Jungle is full of words that sound like one thing, but mean another
Albatro
*
Sesso: Femminile
Età: 25
Aggiornare
Regione: Veneto
Gruppo: Maddalene VI3
Posts: 488



Guarda Profilo Email
« Risposta #70 il: 14 Ottobre, 2011, 11:46:05 »
RispostaRisposta

C'è una semplice, sostanziale, differenza. Da una parte c'è un'ironica battuta esplicatamente dichiarata; dall'altra blasfemia gratuita.
Loggato


Marmotta Decisa
*
Sesso: Maschile
Aggiornare
Regione: Veneto
Gruppo: Conegliano 1
Posts: 667


Guarda Profilo
« Risposta #71 il: 14 Ottobre, 2011, 12:06:53 »
RispostaRisposta

Lo immaginavo, non resta che aspettare Arichan e sentire che ne pensa lei.

Io vedo nella scenetta proposta da Sc.Gi. una "battuta esplicitamente dichiarata" per chi non condivide le idee vegetariane allo stesso modo in cui quella che ho proposto io può esserlo per chi non condivide l'idea di una fede in Dio.
Loggato

The Jungle is full of words that sound like one thing, but mean another
Sc.Gi.
Founder

*
Sesso: Maschile
Età: 24
Aggiornare
Regione: Toscana
Gruppo: Grosseto 1°
Posts: 891


What are you looking at? The post is there ------>

Chiedetela per MP
Guarda Profilo WWW Email
« Risposta #72 il: 14 Ottobre, 2011, 14:30:17 »
RispostaRisposta

Lo immaginavo, non resta che aspettare Arichan e sentire che ne pensa lei.

Io vedo nella scenetta proposta da Sc.Gi. una "battuta esplicitamente dichiarata" per chi non condivide le idee vegetariane allo stesso modo in cui quella che ho proposto io può esserlo per chi non condivide l'idea di una fede in Dio.

Se avessi voluto fare una battuta esplicitamente offensiva avrei detto qualcosa tipo "Ehi, tutto questo è vero, ma vallo a dire allo squisito cinghiale che mi sono mangiato l'altro giorno, o al pollo che ho personalmente ucciso, sventrato e cucinato -delizioso!-"

Ecco, questo è essere pesanti.
Loggato

What are you looking at? The post is right above.


----------------------

VENITE IN NON SOLO SCOUT! NON SOLO SCOUT E' BELLO!
francesco sebastiani
GUFO

*
Sesso: Maschile
Età: 37
Aggiornare
Posts: 2390



Guarda Profilo Email
« Risposta #73 il: 14 Ottobre, 2011, 14:42:24 »
RispostaRisposta

Se avessi voluto fare una battuta esplicitamente offensiva avrei detto qualcosa tipo "Ehi, tutto questo è vero, ma vallo a dire allo squisito cinghiale che mi sono mangiato l'altro giorno, o al pollo che ho personalmente ucciso, sventrato e cucinato -delizioso!-"

Ecco, questo è essere pesanti.

Personalmente sono d'accordo con SC.GI.......è vero che bisogna rispettare il pensiero altrui, ma ogni tanto un pò di leggerezza ci vuole
Loggato
Marmotta Decisa
*
Sesso: Maschile
Aggiornare
Regione: Veneto
Gruppo: Conegliano 1
Posts: 667


Guarda Profilo
« Risposta #74 il: 14 Ottobre, 2011, 15:11:53 »
RispostaRisposta

A patto che non si pretenda solo dagli altri di saper essere "leggeri".
Loggato

The Jungle is full of words that sound like one thing, but mean another
Arichan
*
Sesso: Femminile
Età: 26
Aggiornare
Regione: lazio
Posts: 144



Guarda Profilo
« Risposta #75 il: 14 Ottobre, 2011, 16:12:54 »
RispostaRisposta

Seconda Vignetta
"Ma per coltivare le piante si finisce con l'uccidere anche non volendo tantissimi animaletti. Invece l'allevamento uccide una quantità significativamente minore di animali più grandi."

Questo ovviamente è falso (tanto più parlando di coltivazioni biologiche) ^^ Intanto perchè c'è il discorso volontarietà/involontarietà. Uccidere intenzionalmente non è come uccidere non intenzionalmente.
Poi, ipotesi per assurdo. Ammettiamo che la frase fosse vera. Gli allevamenti intensivi uccidono in media un numero di animali che è 3 volte la popolazione mondiale (se siamo 7 miliardi se ne uccidono  21 miliardi) all'anno. Considerando che gli animali devono essere nutriti per circa 3 anni prima della macellazione si usa, per alimentarli, cereali dati da coltivazioni fatte apposta per gli allevamenti intensivi. Per produrre 1 kg di carne servono mediamente 15 kg di vegetali appositamente coltivati.

"La metà dei cereali (in Europa il 77% e in USA l'87%) e il 90% della soia coltivati nel mondo non va a nutrire le persone, ma gli animali d'allevamento, e la situazione è destinata a peggiorare nel futuro, esacerbando la competizione "cibo contro mangimi" già oggi insostenibile. (Fonte: Database FAO, Food Balance Sheet, 2001)"

Per non parlare dell'acqua poi, il 70-80% dell'acqua usata sul pianeta è usata SOLO per gli allevamenti!!!

Comunque la vignetta era ironica e me ne rendo conto ma era doveroso puntualizzare smile

Vorrei ringraziare Marmotta per la sensibilità nei miei confronti e per le mie idee, è stata una carineria smile


C'è una semplice, sostanziale, differenza. Da una parte c'è un'ironica battuta esplicatamente dichiarata; dall'altra blasfemia gratuita.

"L'ironica battuta" è stata fatta su un argomento che è la VITA, se facessero una vignetta ironica alla stessa stregua verso vite umane la pensereste diversamente, ma per me la vita è una e uguale per tutti, la sofferenza animale non merita di essere derisa come non la merita la sofferenza umana. Se io avessi messo una vignetta su Dio, come quella che ha messo Marmotta, tu te la saresti presa perchè ritieni l'argomento "religione" moralmente serio e importante, magari per un ateo non è così, ciò comunque non toglie la sensibilità per le idee altrui.


In ogni caso questo era per puntualizzare ma non sono una che se la prende, credo in Dio e pure se mi bestemmiassero davanti non mi cambierebbe nulla, certo, mi dispiacerebbe per quella persona perchè la vedo lontana dalla Via ma non mi cambia nulla, non mi sento offesa, come non mi sento offesa ora, mi dispiace solo Wink
Loggato

"Siamo ciò che pensiamo, tutto ciò che siamo è prodotto dalla nostra mente, ogni parola o azione che nasce da un pensiero limpido è seguita dalla gioia, come la tua ombra ti segue, inseparabile. "Mi ha insultato, mi ha aggredito, mi ha ingannato, mi ha derubato". Se coltivi questi pensieri vivi immerso nell'odio, abbandonando questi pensieri, ti liberi dell'odio. In questo mondo l'odio non può porre fine all'odio. Solo l'amore è capace di estinguere l'odio."
Dhammapada - Gautama Buddha

Quella che chiamiamo eufemisticamente "carne" sono in verità pezzi di cadaveri, di animali morti, morti ammazzati. Perché fare del proprio stomaco un cimitero?
- Tiziano Terzani, "Un altro giro di giostra", Longanesi 2004
francesco sebastiani
GUFO

*
Sesso: Maschile
Età: 37
Aggiornare
Posts: 2390



Guarda Profilo Email
« Risposta #76 il: 14 Ottobre, 2011, 18:23:17 »
RispostaRisposta

Intanto perchè c'è il discorso volontarietà/involontarietà. Uccidere intenzionalmente non è come uccidere non intenzionalmente.


Comunque sempre di uccidere si parla......a me pare che ci si stia arrampicando sugli specchi............scusate la franchezza, ma personalmente la vedo così....posso capire tutte le teorie alimentari, ma quando si esagera si esagera.......di questo punto sembra che debba aspettare che un pollo si immoli fra le mie labbra per essere mangiato senza rimorso.......hai voglia a trovare un pollo depresso-kamikaze......... e che diamine...........il pollo no, la verdura si, ma...........ma che si mangia da ora in avanti?............ possibile che a sentire certe teorie ci si debba sentire in colpa per aver mangiato un pò di carne?

L'estremismo purtroppo quasi sempre genera danni....... posso capire la "visione spirituale" del pollo mandato al macello dopo essere stato ingrassato a modino....ma il progresso dove lo mettiamo? ed il famigerato consumismo?

Sia chiaro: con tutto ciò RISPETTO PIENAMENTE chi la pensa diversamente da me, anche se posso non condividere.......quello che mi stona un pò è il proselitismo che i vegetariani fanno verso gli onnivori................vuoi mangiare l'insalata e basta? ok, ti rispetto, però rispettate pure me che mi mangio la braciolina (come diceva la mì nonna Linda)
Loggato
Arichan
*
Sesso: Femminile
Età: 26
Aggiornare
Regione: lazio
Posts: 144



Guarda Profilo
« Risposta #77 il: 14 Ottobre, 2011, 19:03:37 »
RispostaRisposta


Comunque sempre di uccidere si parla......a me pare che ci si stia arrampicando sugli specchi............scusate la franchezza, ma personalmente la vedo così....posso capire tutte le teorie alimentari, ma quando si esagera si esagera.......di questo punto sembra che debba aspettare che un pollo si immoli fra le mie labbra per essere mangiato senza rimorso.......hai voglia a trovare un pollo depresso-kamikaze......... e che diamine...........il pollo no, la verdura si, ma...........ma che si mangia da ora in avanti?............ possibile che a sentire certe teorie ci si debba sentire in colpa per aver mangiato un pò di carne?

ALT io non mi sto proprio arrampicando sugli specchi. Io dico, c'è differenza tra "omicidio colposo" e "omicidio preterintenzionale" per dirla in termini "umani".  C'è differenza tra schiacciare involontariamente con il piede una formica e macellare volontariamente un pollo. Poi ovvio che se la formica la vedo, io la evito. Io non aspetto un pollo kamikaze per mangiare carne, semplicemente non la mangio per una consapevolezza della vita che non si limita allo "spettro umano" che si mangia da ora in avanti? Beh guarda ti garantisco io non mangio carne, latte, formaggi e uova e non muoio di fame!

‎"O miei simili, non profanate il vostro corpo con cibi peccaminosi... La terra offre un'abbondante riserva di ricchezze, di cibi innocenti, e vi offre banchetti che non comportano uccisioni o spargimento di sangue."

Pitagora

Se poi ti senti in colpa è un problema tuo! Forse significa che in fondo lo sai che è sbagliato uccidere.

L'estremismo purtroppo quasi sempre genera danni....... posso capire la "visione spirituale" del pollo mandato al macello dopo essere stato ingrassato a modino....ma il progresso dove lo mettiamo? ed il famigerato consumismo?

Per quanto mi riguarda l'estremismo è arrivare ad uccidere e non il contrario. Se poi c'è da scegliere tra l'estremismo della morte e l'estremismo dell'amore, beh io scelgo quello dell'amore.
Che c'entra il progresso con il mangiare carne?
e comunque tutta la carne che tu mangi proviene da animali ben maltrattati oltre che essere uccisi poi. Tutta la carne che proviene da allevamenti intensivi proviene da animali che hanno sofferto già molto prima della loro uccisione, che forse, paradossalmente, vivono come una liberazione.

Sia chiaro: con tutto ciò RISPETTO PIENAMENTE chi la pensa diversamente da me, anche se posso non condividere.......quello che mi stona un pò è il proselitismo che i vegetariani fanno verso gli onnivori................vuoi mangiare l'insalata e basta? ok, ti rispetto, però rispettate pure me che mi mangio la braciolina (come diceva la mì nonna Linda)

Io non faccio proselitismo, anche perchè non mi va proprio di perdere tempo, io tollero chi mangia la carne ma non posso rispettare quella sua scelta (attenzione, non ho detto che non rispetto la persona, non rispetto quella sua scelta) perchè sarebbe come rispettare le atrocità sugli animali e la loro morte e non posso proprio.
Loggato

"Siamo ciò che pensiamo, tutto ciò che siamo è prodotto dalla nostra mente, ogni parola o azione che nasce da un pensiero limpido è seguita dalla gioia, come la tua ombra ti segue, inseparabile. "Mi ha insultato, mi ha aggredito, mi ha ingannato, mi ha derubato". Se coltivi questi pensieri vivi immerso nell'odio, abbandonando questi pensieri, ti liberi dell'odio. In questo mondo l'odio non può porre fine all'odio. Solo l'amore è capace di estinguere l'odio."
Dhammapada - Gautama Buddha

Quella che chiamiamo eufemisticamente "carne" sono in verità pezzi di cadaveri, di animali morti, morti ammazzati. Perché fare del proprio stomaco un cimitero?
- Tiziano Terzani, "Un altro giro di giostra", Longanesi 2004
Sc.Gi.
Founder

*
Sesso: Maschile
Età: 24
Aggiornare
Regione: Toscana
Gruppo: Grosseto 1°
Posts: 891


What are you looking at? The post is there ------>

Chiedetela per MP
Guarda Profilo WWW Email
« Risposta #78 il: 15 Ottobre, 2011, 21:20:01 »
RispostaRisposta

Qui però mi sembra che stiamo dimenticando una cosa fondamentale...

...LA DISTRUZIONE AMBIENTALE  angry1

In un epoca come la nostra, dove le piante vengono distrutte ogni giorno, stiamo quantomai affrontando una crisi globale: la scomparsa di risorse naturali e il costante incremento dell'inquinamento stanno disintegrando il nostro pianeta e sconquassando l'ordine mondiale:

DOVE E' LA CURA E LA DIGINITA' PER LE PIANTE!?

Le piante, proprio come noi, hanno le CELLULE, e quelle cellule sono perfino più FORTI delle nostre, segno forse che Dio Onnipotente ha voluto renderle più forti del genere umano. Pensate forse NON ci sia una ragione?

Le piante sono necessarie per lo sviluppo della vita sulla Terra, ma sono a rischio. Non solo c'è chi le taglia, chi le distrugge, ma anche chi le mangia. Pensate: se ogni singolo essere umano sulla Terra diventasse improvvisamente capace di cibarsi delle sole piante, oltre che a commettere un peccato contro la Natura (GIAMMAI distruggere o peggio, CIBARSI, di parte del Creato di Dio Onnipotente e Signore Nostro) distruggerebbe un incredibile quantitativo di verde!

Sulla Terra l'attuale quantitativo di verde commestibile non è in grado di soddisfare i fabbisogni del genere umano intero, bisognerebbe produrne di più, ma anche facendo ciò, il quantitativo comnunque non potrebbe essere sostituito nel giro degli anni necessari a farne crescere di nuovo causando un drastico calo della popolazione.

MA C'E' DI PEGGIO: OSSERVATE QUESTE MAPPE



La seconda mostra la distribuzione della popolazione mondiale: come potete vedere praticamente NON ci sono aree non abitate, fatta eccezione dell'Antartide e altre zone POLARI.

GIA' POLARI.

NELLA PRIMA mappa potete vedere, colorate in vari colori a seconda dei biomi, le AREE DESERTICHE: AREE DOVE NON CRESCONO PIANTE. Lì la vita umana, se composta unicamente di vegetali, sarebbe impossibile.

E non ci vuole un GENIO per capire cosa c'è sotto! OSSERVATE BENE DOVE MANCHEREBBE CIBO E CAPIRETE

CAPIRETE QUESTO PIANO VEGETARIANAMENTE PERVERSO!

IL PIANO PER LO STERMINIO DEI POPOLI DI COLORE

ESATTO! Le principali carenze di cibo, nell'immediato e anche presupponendo che si potrebbe globalmente passare ad una dieta unicamente vegetariana andrebbero a colpire LE PERSONE DI COLORE NEI PAESI DESERTICI.

CON UN SOLO SCOPO: LA LORO DISTRUZIONE.

Osservate questa creatura:

Volete DAVVERO privarlo del poco cibo che potrebbe avere? In molti paesi si cerca di distribuire sempre qualcosa, in alcuni (pensate la miseria!) viene distribuita settimanalmente DELLA COTENNA FRITTA! SOLO LA COTENNA! Perlopiù razionata ai singoli membri di ciascuna famiglia.

VOLETE PRIVARLI ANCHE DI QUESTO?



E poi per cosa?
Per continuare a distruggere il nostro clima?  PENSATE ALLE PIANTE CHE SONO MORTE PER NOI!

ONORE A VOI, CADUTE PER IL BENE DEL MONDO! A VOI DEDICO QUESTO MURO!

    * Baragwanathia (Species into the Devonian)
    * Cooksonia
    * Rhynia
    * Tortilicaulis (straddles Silurian-Devonian boundary)
    * Archaeopteris (one species into the Carboniferous)
    * Drepanophycus
    * Protosalvinia
    * Psilophyton
    * Wattieza
    * Annularia
    * Sigillaria
    * Lepidodendron
    * Calamites
    * Cordaites
    * Glossopteris
    * Araucarioxylon
    * Caytoniales (extinct at the end of the Cretaceous)
    * Cladophlebis
    * Zamites
    * Brachyphyllum
    * Pleuromeia
    * Pannaulika
    * Baiera
    * Coniopteris
    * Cycadeoidea
    * Czekanowskia
    * Eboracia
    * Gleichenites
    * Neocalamites
    * Nilssonia
    * Pterophyilum
    * Schmeissneri
    * Archaeamphora (Northeastern China)
    * Archaeanthus
    * Archaefructus
    * Ephedrites
    * Liaoningocladus
    * Palaeoaldrovanda (Czech Republic)
    * Pagiophyllum
    * Pityocladus
    * Podozamites
    * Sagaria (Southern Italy)
    * Sphenobaiera
    * Williamsonia
    * Williamsoniella
    * Banksieaeidites (Australia) (species through the Miocene)
    * Pinus peregrinus (Golden Valley Formation)
    * Azolla primaeva (British Columbia, Canada)
    * Abies milleri (British Columbia, Canada; Washington, USA)
    * Banksia archaeocarpa‎ (Australia)
    * Chamaecyparis eureka (Axel Heiberg Island, Canada)
    * Corylus johnsonii (Washington, USA)[1]
    * Dillhoffia (British Columbia, Canada; Washington, USA)
    * Nelumbo aureavallis (North Dakota, USA)
    * Peltandra primaeva (North Dakota, USA)
    * Pinus peregrinus (North Dakota, USA)
    * Saxonipollis ("East Germany")
    * Tilia johnsoni (Washington, USA)
    * Trochodendron nastae (Washington, USA)
    * Banksia novae-zelandiae (South Island, New Zealand) (Straddles the Oligocene-Miocene boundary)
    * Carya washingtonensis (Washington State)
    * Droserapites (Taiwan)
    * Droserapollis (Taiwan)
    * Hymenaea protera (Dominican Republic)
    * Palaeoraphe (Dominican Republic)
    * Roystonea palaea (Dominican Republic)
    * Pinus matthewsii
    * Banksia kingii (Western Tasmania)
    * Banksia strahanensis (Western Tasmania)
    * Acalypha rubrinervis (1870, Saint Helena)
    * Usambara Annone – Anonidium usambarense (1910, Tanzania)
    * Byttneria ivorensis (1896, Côte d'Ivoire)
    * Coffea lemblinii (1907, Côte d'Ivoire)
    * Dryopteris ascensionis (1889, Ascension Island)
    * Erythrina schliebenii (1938, Tanzania)
    * Saint Helena Heliotrope – Heliotropium pannifolium (1808, Saint Helena)
    * Saint Helena Olive – Nesiota elliptica (2003, Saint Helena)
    * Oldenlandia adscensionis (1889, Ascension Island)
    * Orchidea eupolyanthis (1910, Cameroon)
    * Pausinystalia brachythyrsum (1898, Cameroon)
    * Silphium — Ferula ? (c. 50, Cyrene)
    * Sporobolus durus (1886, Ascension Island)
    * Saint Helena Ebony – Trochetiopsis melanoxylon (1771, Saint Helena)
    * Galapagos Amaranth – Blutaparon rigidum (1999, Galápagos Ecuador)
    * Rio de Janeiro Myrtle – Campomanesia lundiana (1825, Brazil)
    * Casearia quinduensis (1997, Colombia)
    * Rio de Janeiro Sapota – Chrysophyllum januariense (1997, Brazil)
    * Havana Fragrant Tree – Cnidoscolus fragrans (1840, Cuba)
    * Santa Cruz Bryophyte – Flabellidium spinosum (1911, Bolivia)
    * Cuban Ruta Tree – Galipea ossana (1825, Cuba)
    * Rio de Janeiro Myrtle – Gomidesia cambessedeana (1825, Brazil)
    * Cuban Guettarda Tree – Guettarda retusa (1975, Cuba)
    * Cuban Holly – Ilex ternatiflora (1950, Cuba)
    * Licania caldasiana (1997, Colombia)
    * Mason River Myrtle – Myrcia skeldingii (1972, Jamaica)
    * Hastings County Neomacounia – Neomacounia nitida (1864, Canada)
    * Extinct spruce - Picea critchfieldi (Late Pleistocene, North America)
    * Rio de Janeiro Pouteria – Pouteria stenophylla (1997, Brazil)
    * Cajamarca Pradosia – Pradosia argentea (1820, Peru)
    * Rio de Janeiro Pradosia – Pradosia glaziovii (1997, Brazil)
    * Colombian Pradosia – Pradosia mutisii (1925, Colombia)
    * Jamaican Psidium – Psidium dumetorum (1976, Jamaica)
    * Juan Fernandez Santalum – Santalum fernandezianum (1908, Chile)
    * Thismia americana – Thismia americana (1916, Chicago, IL, USA)
    * Adiantum lianxianense (Guangdong, China)
    * Sri Lanka Legume Tree – Crudia zeylanica (1990, Sri Lanka)
    * Kerala Legume Tree – Cynometra beddomei (1870, India)
    * Sumatra Dipterocarpus – Dipterocarpus cinereus (1996, Sumatera, Indonesia)
    * Arunchal Hopea Tree – Hopea shingkeng (1996, India)
    * Nilgiri Holly – Ilex gardneriana (1859, India)
    * Karnataka Sapota – Madhuca insignis (1900, India)
    * Hainan Ormosia – Ormosia howii (1997, Southern China)
    * Hainan Otophora – Otophora unilocularis (1935, Hainan, China)
    * Pluchea glutinosa (19th Century, Yemen)
    * Psiadia schweinfurthii (19th Century, Yemen)
    * Sarawak Shorea – Shorea cuspidata (1996, Malaysia)
    * Meghalaya Sterculia – Sterculia khasiana (1877, India)
    * Valerianella affinis (19th century, Yemen)
    * Courtallum Wendlandia – Wendlandia angustifolia (1997, India)
    * Woolly-stalked Begonia - Begonia eiromischa (20th century, Penang, Malaysia)
    * Astragalus nitidiflorus (1909, Spain)
    * Italian Bryophyte – Radula visiniaca (1938, Italy)
    * Cry Pansy – Viola cryana (1933, France)
    * Hawaii Chaff Flower – Achyranthes atollensis (1964, Hawaiian Is.)
    * Argyroxiphium virescens (1996, Hawaiian Is.)
    * Casearia tinifolia (1976, Mauritius)
    * Clermontia multiflora (1871, Hawaiian Is.)
    * New Calodonia Sapinda – Cupaniopsis crassivalvis (1869, New Caledonia)
    * Haleakala Cyanea Tree – Cyanea arborea (1928, Hawaiian Is.)
    * Cyanea comata (late 19th century, Hawaiian Is.)
    * Cyanea cylindrocalyx (1909, Hawaiian Is.)
    * Cyanea dolichopoda (1990, Hawaiian Is.)
    * Giffard's Cyanea Tree – Cyanea giffardii (1917, Hawaiian Is.)
    * Mark's Cyanea Tree – Cyanea marksii (1900, Hawaiian Is.)
    * Pohaku Cyanea Tree – Cyanea pohaku (1910, Hawaiian Is.)
    * Kohala Cyanea Tree – Cyanea pycnocarpa (1997, Hawaiian Is.)
    * Oak-leaved Cyanea Tree – Cyanea quercifolia (1997, Hawaiian Is.)
    * Dracaena umbraculifera (Mauritius)
    * Taravai Aster Tree – Fitchia mangarevensis (1997, Taravai, French Polynesia)
    * Moorea Laurel – Hernandia drakeana (1997, French Polynesia)
    * Kawaihae Hibiscadelphus – Hibiscadelphus bombycinus (1868, Hawaiian Is.)
    * Puhielelu Hibiscadelphus – Hibiscadelphus crucibracteatus (1981, Hawaiian Is.)
    * Auwahi Hibiscadelphus – Hibiscadelphus wilderianus (1910, Hawaiian Is.)
    * Oahu Kokia – Kokia lanceolata (1888, Hawaiian Is.)
    * Cross-bearing Pelea – Melicope cruciata (1997, Hawaiian Is.)
    * Maui Ruta Tree – Melicope haleakalae (1919, Hawaiian Is.)
    * Obovate Melicope – Melicope obovata (1997, Hawaiian Is.)
    * Nuku Hiva Neisosperma – Neisosperma brownii (1997, French Polynesia)
    * Fatu Hiva Ochrosia – Ochrosia fatuhivensis (1997, French Polynesia)
    * Nuku Hiva Ochrosia – Ochrosia nukuhivensis (1997, French Polynesia)
    * Tahiti Ochrosia – Ochrosia tahitensis (1997, French Polynesia)
    * Hawaii Ruta Tree – Pelea obovata (1997, Hawaiian Is.)
    * Koé Stenocarpus – Stenocarpus dumbeensis (1905, New Caledonia)
    * Norfolk Island Streblorrhiza – Streblorrhiza speciosa (1997, Norfolk Island)
    * Fijian Weinmannia – Weinmannia spiraeoides (1840, Fiji)
    * Skottsberg's Wikstroemia – Wikstroemia skottsbergiana (1997, Hawaiian Is.)
    * Hakeakala Wikstroemia – Wikstoemia villosa (1997, Hawaiian Is.)
    * Prony Bay Xanthostemon – Xanthostemon sebertii (1869, New Caledonia)

Per la cronaca, il 75% della lista NON SI E' ESTINTO PER CAUSE ARTIFICIALI (fonte: Wikia, NPSC)

Vogliamo ricordare il Bambù? Una pianta nobile, utile e che a rischiato l'estinzione NON CERTO a causa dell'uomo!

Per concludere vi dico:

"Per favore, salva il pianeta! Adotta una Pianta... MA NON MANGIARTELA"


----------------------------------------------------------------------



Gesù e Buddha APPROVANO questo post!




Loggato

What are you looking at? The post is right above.


----------------------

VENITE IN NON SOLO SCOUT! NON SOLO SCOUT E' BELLO!
Arichan
*
Sesso: Femminile
Età: 26
Aggiornare
Regione: lazio
Posts: 144



Guarda Profilo
« Risposta #79 il: 16 Ottobre, 2011, 10:35:03 »
RispostaRisposta

credo che tu non abbia letto il mio post, comunque:



E' sempre più pressante il problema chiamato "food versus feed", cioè "cibo per umani contro mangimi per animali". Più passa il tempo, maggiore è la percentuale di terreni fertili che anziché essere coltivati per produrre cibo per gli esseri umani sono coltivati per produrre mangimi per animali, ma, dato che (come già visto nella sezione Fabbriche di proteine alla rovescia) per produrre 1 kg di carne servono mediamente 15 kg di vegetali appositamente coltivati, è ben chiaro quanto sia grave questo spreco.
I dati statistici sull'uso del terreno illustrano chiaramente questo problema.
La Colombia dispone di 45 milioni di ettari coltivabili: solo 5 milioni sono coltivati per produrre cibo per la popolazione, 40 milioni sono latifondi lasciati a pascolo per la produzione di carne. In Messico, milioni di persone soffrono di denutrizione cronica. Nel 1960, il bestiame consumava il 5% dei cereali prodotti. Nel 2003, il 45%. Allo stesso modo, per l'Egitto si è passati dal 3% a 31%, per la Cina dall'8% al 28%. (Fonte: Unimondo)





I 2/3 delle terre fertili sono usate per coltivare mangimi per animali o per allevare bestiame, anziché per produrre cibo per gli umani. (Fonte: FAO e USA Agency for International Development)




La metà dei cereali (in Europa il 77% e in USA l'87%) e il 90% della soia coltivati nel mondo non va a nutrire le persone, ma gli animali d'allevamento, e la situazione è destinata a peggiorare nel futuro, esacerbando la competizione "cibo contro mangimi" già oggi insostenibile. (Fonte: Database FAO, Food Balance Sheet, 2001)

http://www.saicosamangi.info/images/grafico-uso-cereali.jpg

Se tutti, sulla Terra, adottassero un modello di consumo come quello oggi imperante nei paesi occidentali, il pianeta non potrebbe reggere, servirebbero almeno due volte e mezza le terre emerse oggi esistenti. Viceversa, se tutti seguissero il modello alimentare degli indiani, potremmo nutrire 11 miliardi di persone (contro i 6 miliardi attualmente esistenti).
Non è accettabile che un'enorme percentuale dei raccolti disponibili sia ancora utilizzata per nutrire gli animali d'allevamento, anche nella triste situazione in cui la fame e la malnutrizione affliggono oltre un miliardo di persone.

Eppure, il consumo e la richiesta di carne sono in continuo aumento, poiché nei paesi in via di sviluppo il nutrirsi di carne è visto come uno status symbol.
L'International Food and Policy Research Institute (IFPRI) prevede uno scenario insostenibile per il 2020:
la domanda di carne nel sud del mondo sarà doppia rispetto al 1995;
la domanda di carne di maiale triplicherà in Asia e raddoppierà in America Latina e Africa;
in occidente, vi sarà un aumento del 25% rispetto agli attuali consumi già spropositati;
lo squilibrio rimarrà sempre elevato: Asia meridionale 8,5 kg di carne annui pro-capite; Africa sub-sahariana 11,2; Medio Oriente e Nordafrica 26,4; Sud-est asiatico 26,9; Asia orientale 63,7; America Latina 64,3; paesi occidentali 85,3;
i cinesi copriranno un quarto dell'aumento globale della domanda di cereali e due quinti dell'aumento della domanda di carne.


http://www.saicosamangi.info/sociale/cibo-contro-mangime.html



Questi sono dati FAO e Unimondo ma potete trovare risultati simili da parte di qualsiasi altra agenzia di ricerca.


E QUESTO è SOLO un aspetto dell'impatto che ha l'allevamento. Ti inviterei a fare ricerche sull'IMPATTO CLIMATICO!!!!!!!


Volete DAVVERO privarlo del poco cibo che potrebbe avere? In molti paesi si cerca di distribuire sempre qualcosa, in alcuni (pensate la miseria!) viene distribuita settimanalmente DELLA COTENNA FRITTA! SOLO LA COTENNA! Perlopiù razionata ai singoli membri di ciascuna famiglia.

VOLETE PRIVARLI ANCHE DI QUESTO?


Scusa ma mi viene da ridere. E la cotenna fritta la chiami NUTRIZIONE? GRAZIE CHE SONO DENUTRITI! Invece di dargli la SANISSIMA cotenna fritta gli dessero parte dei cereali e vegetali (+ la frutta di cui l'Africa è ricca ma gli viene tolta per il mercato occidentale) che vanno a NUTRIRE gli allevamenti non ci sarebbe la MALNUTRIZIONE!!!!!!!!!!


Nulla sarà più benefico per la salute umana e aumenterà le possibilità di sopravvivenza della terra, dell'evoluzione verso una dieta vegetariana. (Albert Einstein)
Loggato

"Siamo ciò che pensiamo, tutto ciò che siamo è prodotto dalla nostra mente, ogni parola o azione che nasce da un pensiero limpido è seguita dalla gioia, come la tua ombra ti segue, inseparabile. "Mi ha insultato, mi ha aggredito, mi ha ingannato, mi ha derubato". Se coltivi questi pensieri vivi immerso nell'odio, abbandonando questi pensieri, ti liberi dell'odio. In questo mondo l'odio non può porre fine all'odio. Solo l'amore è capace di estinguere l'odio."
Dhammapada - Gautama Buddha

Quella che chiamiamo eufemisticamente "carne" sono in verità pezzi di cadaveri, di animali morti, morti ammazzati. Perché fare del proprio stomaco un cimitero?
- Tiziano Terzani, "Un altro giro di giostra", Longanesi 2004
Pagine: 1 2 3 [4] 5   Vai Su
  Stampa  
 
Salta a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.12 | SMF © 2006-2009, Simple Machines LLC
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
XHTML 1.0 Valido! CSS Valido!


L'ultima visita di questa pagina da Google stata il 16 Ottobre, 2014, 08:59:16